Mese: gennaio 2017

Giornata della Memoria: se il mondo chiude gli occhi sul negazionismo iraniano

Postato il Aggiornato il

No Pasdaran

1453907017813_cached

Oggi, 27 gennaio, è la giornata internazionale dedicata al ricordo dell’Olocausto. Una giornata stabilita dalle Nazioni Unite, con una risoluzione dell’Assemblea Generale delle Nazioni Unite del 24 gennaio 2005, alla vigilia della commemorazione dei sessanta anni dalla liberazione sovietica del campo di concentramento di Auschwitz.

Purtroppo, mentre il mondo ricorda questa tragedia, molti Paesi Occidentali e democratici, continuano a implementare le relazioni diplomatiche ed economiche con il regime iraniano. Un regime fondamentalista e islamista che, putroppo, ha fatto del negazionismo e dell’antisemitismo, una caratteristica ideologica vitale. Teheran, infatti, non solo non riconosce la veridicità dell’Olocausto, ma attivamente promuove conferenze e concorsi di vignette, il cui scopo dichiarato è dimostrare la falsità della Shoàh. Peggio, il primo promotore di questo negazionismo è lo stesso Ali Khamenei, Guida Suprema dell’Iran e figura più importante del regime (No Pasdaran).

Con l’arrivo di Rouhani alla Presidenza, Teheran ha provato…

View original post 293 altre parole

Best EPs of 2016

Postato il Aggiornato il

Pop That Goes Crunch!

a0299150950_16We kick off our year-end “best of” lists with a discussion of the finest EPs we’ve heard over the past year.

The nature of an “EP” is subject to interpretation these days. However, for our present purposes, if it has between three and eight songs, its an EP. We will be discussing the finest LPs of the year in the coming days, and will conclude the year-end festivities by a look at distinguished works that do not quite fit either category — non-LP singles, multi-artist compilations, tributes, and the like. Call that one “odds and ends.”

Enough chit chat. Let’s get down to business.

10. Baby ScreamLife’s A Trap: Juan Pablo Mazzola continues to revel humorously, and brilliantly, in the bitterly sardonic on this eight-track tale of regret, boredom, disappointment, disgust and (occasional) happiness. Life’s A Trap is somewhat laid back in comparison to Mazzola’s prior efforts…

View original post 512 altre parole